CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Ciò che conta è l'abitudine di imparare ad amare"

(Jane Austen 1775-1817)

La poesia d'amore...

Lizzie: Mi chiedo chi abbia scoperto che la poesia ha il potere di scacciare l'amore.
Darcy: Credevo fosse il nutrimento dell'amore.
Lizzie: Se l'amore è deciso e vigoroso, può darsi. Ma se è solo una vaga inclinazione penso che un misero sonetto lo faccia morire di fame.
Darcy: Cosa raccomandate dunque per incoraggiare i sentimenti?
Lizzie: La danza. Persino se il cavaliere è appena passabile.

Tratto da Orgoglio e pregiudizio

sabato 17 gennaio 2009

Prigione

E' giusto che ognuno si scelga la propria prigione.
E' una forma di democrazia di cui tutti sentiamo il bisogno.

C'è un cielo azzurrissimo, fuori,
ma i miei occhi sono ciechi.

Mi addormento sul pavimento freddo
di questa detenzione autoproclamata;
la testa assorta in un sonno lungo asettico
senza cognizione dello scorrere della vita.
Dormo, sogno addormentata in terra,
come una cerbiatta ferita.

Sogno una nuova vita,
che possibilmente non avrò.

E lento è lo scorrere di queste ore,
e la prigione nemmeno è rivestita d'oro...

Piego la testa sul gelido pavimento
di questa mia condizione,
il sonno che mi aspetta mi risveglierà...

settembre 2008

18 commenti:

Follementepazza ha detto...

si è spesso reclusi in una prigione autoproclamata...dove si guarda il mondo solo da una minuscola finestra...con gli occhi di chi dice "non mi appartiene "...
Forse il riposo darà la forza di metterci in piedi...e di evadere...

Buonagiornata!

Myriam ha detto...

Continua a sognarla la nuova vita, non demordere. Ti libererai da questa prigione... un sorriso Myriam

Jessica Moh ha detto...

Complimenti
buona domenica

lucagel1 ha detto...

sogna....ma al risveglio cerca di uscirne è dura,fa male..ma lo devi fare...
buona domenica

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

La nostra fine inizia dal momento in cui smettiamo di sognare: sognare una nuova vita è già un grande successo perchè rimette in motto le nostre capacità; cercare di uscire da una prigione a volte può sembrare una cosa folle, ma sognarlo ci porta la libertà mentale...

Calliope ha detto...

Possibilmente non avrai ma che probabilmente avrai..perchè precluderti a priori l'immaginaria, immaginata visione di ciò che potrebbe essere?
E poi non è detto che tutte le prigionie sian fredde e gelide..ci son quelle dalle quali non si vorrebbe uscire mai..ed è la prigione di un'anima sensibile con tutti i dolori e le gioie che comporta.
Un bacione mia cara spendida poetessa...

luly ha detto...

I miei complimenti.
Baci.

Vele/Ivy ha detto...

Che bella immagine quella della cerbiatta ferita...

frufrupina ha detto...

Cara Silvia, ti dedico quanto segue e buona domenica

E' Iniziata la guerra degli abbracci
porta questo abbraccio a 10 persone,
inclusa la persona che te lo porta
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio
abbraccio

Tu sei appena stato abbracciato/a
lui abbraccia la sua lei
abbracciamo gli amici ed i nemici, il mondo intero.
L'abbraccio è il più grande gesto d'amore può far risplendere una giornata,tutti abbiamo bisogno di un abbraccio.
Distribuiamo amore virtuale con un abbraccio.
Io ti dò il mio abbraccio!!!

butterfly.23 ha detto...

al momento giusto ti sveglierai vedrai...o verrai risvegliata...un bacio!

katiu ha detto...

Risvegliati!
E non nasconderti dietro le sbarre .. perchè se è vero che ognuno di noi sceglie la propria prigione, è anche vero che oltre quelle sbarre c'è il cielo azzurro infinito!

Stefano ha detto...

E' un bellissimo componimento: mi ha colpito questo verso..."sogno una nuova vita, che possibilmente non avrò." Sembra -sembra, correggimi se sbaglio- quasi un desiderio, quanto inconscio non lo so.

E poi l'incipit è Vera Arte: non riflette, ma fa addirittura sua la Realtà. Anch'io ho scelto la mia prigione, quasi tre anni fa, ormai.

stella ha detto...

Ti aspetto con una tua poesia

Silvia ha detto...

Stefano: "che possibilmente non avrò" denota, più che altro, la disillusione della consapevolezza che per quanto io speri ciò non è sufficiente per garantirmi la nuova vita che anelo! E' un'amara constatazione...

E poi un certo che di melodrammatico ce l'ho nel sangue, mi sa!!!!!

Grazie del complimento per l'incipit!!!!! Grazie davvero!!! Anche quella è la constatazione di un dato di fatto, ahimè! E' una forma di democrazia cui siamo tutti affezionati, purtroppo...

Chissà se riusciremo mai ad evadere dalla nostra prigione..

Pupottina ha detto...

la prigione di noi donne è troppo spesso il cuore!

Pupottina ha detto...

ieri ho cominciato a parlare di un'altra mia amica con un problema sentimentale troppo intricato da sciogliere...
sono circondata da persone che hanno problemi o se li creano...
in amore non ci sono leggi...
al cuore non si comanda...
ma qualcosa ogni tanto si può evitare... credo...

comunque... influenza passata...
e non ho più le nausee mattutine che sono passate da 3 giorni appena, devo essere sincera...
oltre ai test in farmacia, si potrebbero fare delle vere e proprie analisi, ma chissà perché con Kevin non prendiamo le decisioni di farle.... forse è perché non è il momento... ma arriverà mai?

frufrupina ha detto...

Che belle parole...riesci sempre a sorprendermi...bravissima...bacioni.

Il Massimo ha detto...

Ancorchè dorata una prigione è sempre una prigione nella quale chiudiamo pure i nostri sentimenti, le nostre aspettative, in sintesi la nostra felicità.
La poesia è bellissima ma il contenuto è devastante.
Ciao